Il microbiota

Pubblicato da Luca il

Il microbiota

Il microbiota è l’insieme dei microrganismi, in particolare virus, funghi e soprattutto batteri che interagiscono quotidianamente con una pianta, un animale o un essere umano. Alcuni di questi possono essere patogeni, altri benefici, alcuni anche necessari alla sopravvivenza di quell’organismo, gran parte invece sono commensali (cioè non causano nessun danno all’organismo ma neanche gli conferiscono un vantaggio).

Questi microrganismi si trovano sulle superfici esterne di tutti gli esseri viventi, oppure su superfici a contatto con l’esterno (sistema digerente, sistema respiratorio, etc). Sulle piante sono molto presenti in particolare sulle radici, nei mammiferi (e non solo) si trovano soprattutto nel tratto digerente, in enormi quantità.

Il microbiota svolge un ruolo importantissimo nell’interazione con l’ambiente esterno, in particolare per animali e piante svolge un ruolo di difesa per competizione da altri microrganismi patogeni. Cioè il fatto che vi siano questi microrganismi fa sì che non ci sia spazio (spazio fisico ma non solo) per altri microrganismi. Alcuni addirittura producono sostanze che difendono l’organismo da patogeni. Per gli animali il microbiota è essenziale, in quanto esso ci permette di digerire sostanze che altrimenti non digeriremmo (gli animali erbivori hanno stomaci con batteri in grado di digerire in modo estremamente efficiente le fibre, altrimenti non le assimilerebbero) e di produrre sostanze che altrimenti non sarebbero reperibili in sufficiente quantità nell’ambiente (es: la vitamina K per l’essere umano).

Negli ultimi anni si sta scoprendo che il microbiota intestinale è estremamente importante per l’essere umano non solo nei processi di digestione; infatti, esso interagisce in modo diretto con il nostro cervello e gli stimoli che esso ci manda sono estremamente importanti nel nostro processo decisionale, nello sviluppo della nostra personalità e in molte malattie. Per questo il nostro intestino viene chiamato “il secondo cervello”. Alcuni studi hanno dimostrato che in base alla composizione del nostro microbiota possiamo essere più o meno di natura avventuriera. Altri hanno invece dimostrato come la composizione del nostro microbiota possa influenzare la nostra tendenza a soffrire di patologie come obesità, Alzheimer, Parkinson, etc.

composizione del nostro microbiota dipende dalla somma di tutte le nostre esperienze nella vita, da cosa mangiamo, quanto sport facciamo, dallo stress a cui siamo sottoposti, etc. Alcuni studi hanno mostrato come il nostro microbiota cambi in base a se siamo stati allattati con latte materno o in polvere, se siamo nati per parto naturale o cesareo, etc.

Si sa ancora molto poco sul microbiota, il ché è incredibile quanto influenzi le nostre vite, alcuni studi sembrano dimostrare che influenzi addirittura le nostre scelte economiche. Studiare il microbiota e in generale i microrganismi è però estremamente difficile e dispendioso.

Se volete approfondire, l’articolo di oggi è stato scritto basandosi sulle seguenti fonti:

Il microbiota nella difesa immunitaria

Il microbiota nella digestione e nella sintesi di vitamine

Il microbiota delle radici


Il microbiota e l’Alzheimer

Il microbiota e l’obesità

Il microbiota e il Parkinson

Il microbiota e la personalità

Interazioni microbiota cervello

Ulteriori link:

Trapianto di microbiota

Microbiota cutaneo e ruolo nella difesa immunitaria
Categorie: Biologia